Come combattere le anomalie bancarie

Come combattere le anomalie bancarie

Anomalie bancarie senza segreti

Anomalie bancarie e finanziarie, anatocismo e usura vanno affrontate e combattute dagli specialisti nel settore. E’ questo l’approccio con il quale il quotidiano Il Sole 24 Ore si accosta a un argomento scottante e complesso come questo, dedicando un’intera pagina a chi ha fatto della lotta alle scorrettezze bancarie, la propria missione lavorativa. L’Avvocato Rosa Chiericati e i suoi collaboratori mettono se stessi al servizio della tutela dei clienti delle banche: correntisti e mutuatari.

Dal Sole 24Ore del 11 luglio 2016.

Anche banche possono aver torto. È la sintesi estrema che emerge dall’importante percorso professionale dell’avvocato Rosa Chiericati e dello Chiericati & Partners, i quali hanno all’attivo sentenze che hanno fatto storia in materia di mutui, atti ingiuntivi, anatocismo (la produzione di interessi su altri interessi), usura, anomalie bancarie e finanziarie.

“Certo che possono aver torto”, conferma Rosa Chiericati, una specializzazione in diritto europeo dal quale deriva tutta la legislazione bancaria e una precisa conoscenza di matematica finanziaria. “Il Testo bancario unico – sottolinea – è improntato alla diligenza del buon bancario. Ogni qualvolta si contravviene alle norme, si ha la nullità di clausole contenute negli atti regolati da tali disposizioni”. Il punto è riuscire a “scoprire” le vere anomalie nei rapporti bancari. È su questo punto che Chiericati è riuscita a scrivere pagine importanti come avvocato, ottenendo, per esempio, “sospensioni di aste in sede civile, poiché abbiamo dimostrato l’inesistenza originaria del titolo esecutivo”.

Sole 24 ore 11 luglio
Leggi l’intera pagina di giornale

È riuscita a “sbaragliare mostri sacri come la clausola di salvaguardia e il tasso soglia per la mora”. Ma quali sono i fattori principali per aver successo quando ci si rivale su un istituto di credito? Certamente la determinazione nel perseguire una vittoria: perché l’avversario è sempre ostico da affrontare. Ma altrettanto fondamentali sono, non è assolutamente caratteristica scontata, la competenza e anche la capacità di condurre un caso.

“Occorre avere una profonda conoscenza del settore e una chiara visione di come agiscono le clausole contrattuali e le loro nullità sui numeri”, sottolinea l’avvocato che opera in tutta Italia ed Europa, dalla Svizzera. Saper “disinnescare” le conseguenze di un contratto che ha delle anomalie è fondamentale sempre, ma in alcuni casi per le aziende può essere questione di vita o di fallimento. “Esistono casi di bilanci aziendali risanati – ricorda la legale – casi di decreti ingiuntivi di pagamento da centinaia di migliaia di euro o milioni che si sono ribaltati in crediti da avere dalla banca per altrettanti importi”.

Una forbice di decine o centinaia di migliaia di euro, o addirittura di milioni, fra un debito solo apparente e un credito ottenuto, possono cambiare le sorti di un’azienda. Non per questo chi rivendica anche cifre più contenute deve rinunciare in partenza, perché il numero dei casi di anatocismo riconosciuti è sempre in aumento e con questo i volumi dei soldi indebitamente richiesti ai correntisti. Ad occuparsi direttamente di tutte le pratiche in prima istanza è la stessa Rosa Chiericati: fondamentale il suo occhio clinico per definire le strategie da adottare.

Al suo fianco però vi sono anche altri professionisti di elevata qualità che, spesso, risultano decisivi per la risoluzione dei casi: Filippo Gardani, grazie alle sue eccellenti capacità analitiche, controlla ogni dettaglio dell’operato degli istituti di credito, mentre l’ingegner Davide Porzani, con accurate perizie e consulenze tecniche, verifica se i contratti rispettano le normative in tema di matematica finanziaria. Di fondamentale importanza è anche il ruolo dei periti, che però devono seguire le direttive impartite dai legali dello Studio che indirizzano gli obiettivi delle perizie stesse.

I risultati? Parlano chiaro: aste sospese e dimostrazione dell’inesistenza di titolo esecutivo. Ordinanze che hanno fatto storia giuridica nel settore (come specificato nell’articolo sotto, ndr). I tribunali di mezza Italia stanno dando ragione all’operato di questo studio, capace di vincere cause ovunque,
proprio grazie all’esperienza ottenuta. Ma avvicinarsi all’idea di intentare una causa, per giunta
contro una banca, spaventa ancora troppo: a partire dalla consapevolezza se esistano le condizioni per farlo.

Anche in questo Chiericati & Partners ha compiuto un passo verso il cliente, garantendo una
consulenza preliminare e personalizzatae gratuita. “Fondamentale – conclude l’avvocato – è iniziare il percorso con il piede giusto. Si arriva vittoriosi al traguardo se non si è sbagliato nulla in partenza”.

Scarica il PDF della pagina

3 Risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.